Prossimi incontri

Nel cielo

  • LA LUNA

    *  5 LUGLIO LUNA NUOVA
    * 13 LUGLIO PRIMO QUARTO
    * 21  LUGLIO LUNA PIENA
    * 28 LUGLIO ULTIMO QUARTO




    I PIANETI

    MERCURIO: più o meno visibile in posizione serale per buona parte del mese, raggiunge un'elongazione di 27° il 21 ma non raggiunge mai una buona altezza sull'orizzonte: più facile da avvistare all'inizio del mese, apre di mag. -0.6 e si indebolisce progressivamente fino a +0.9 alla fine. Il 6 passa davanti all'ammasso del Presepe e la sera dopo si trova vicinissimo a una sottile falce lunare, mentre il 24 passa 2° a Sud di Regolo. Un binocolo sarà d'aiuto in tutti i casi per le condizioni di crepuscolo ancora molto forte;

    VENERE: avvia una lunga apparizione serale che si protrarrà fino alla primavera, ma per questo mese rimane ancora molto basso e non arriva a tramontare un'ora dopo il Sole. Splende di mag. -3.9 e a fine mese si avvicina a Regolo;

    MARTE: ben visibile nella seconda parte della notte, attraversa rapidamente il Toro e punta verso Giove che raggiungerà all'inizio di agosto. A fine mese forma un bel triangolo col pianeta gigante e Aldebaran ed è il più debole del trio (mag. +0.9). Al telescopio è insignificante, con un disco poco oltre i 5";

    GIOVE: splende di mag. -2.1 nel Toro, a sinistra di Aldebaran, e sorge come Marte alle ore piccole. Al telescopio presenta un disco di 35";

    SATURNO: nei Pesci, comincia a sorgere a ore comode (le 22 a fine mese) e se ne può ammirare il disco di oltre 18" con gli anelli, molto assottigliati, che proiettano sul disco una vistosa ombra. Splende di mag. +1 ed è l'unico oggetto di luminosità significativa in una delle aree più povere di stelle brillanti.





    Le "4 viste"

    Le viste sono state create per una latitudine coincidente con Savona (44’ 18” N) alle ore 22,00 circa del 15 luglio 2024.

     

    SUD


    Alto in cielo Ercole annuncia il cielo estivo. Verso l'orizzonte la vista è dominata dallo Scorpione, e si cominciano a vedere le nubi della Via Lattea tra Sagittario e Aquila.




    EST


    Lira, Aquila e Cigno con le tre stelle principali (Vega, Altair e Deneb) che formano il triangolo estivo dominano la vista a Est.




     NORD

    L' Orsa Maggiore (Ursa Major) o Gran Carro ci indica la posizione della stella polare. La forma ci ricorda anche quella di un pentolino. Prolungando verso nord di cinque volte il lato corto opposto al manico troviamo la stella Polare che è la stella più luminosa della costellazione dell' Orsa Minore (Ursa Minor). La stella polare indica nel nostro emisfero esattamente la direzione del nord.
    L'Orsa maggiore scende verso l'orizzonte, mentre Cassiopea risale "portandosi dietro" la Via Lattea.



    OVEST


    La Vergine è ancora visibile a Ovest, con a sinistra la Bilancia e la testa dello Scorpione. Sopra di essa il Bootes con Arturo domina la vista, mentre il Leone è ormai prossimo all'orizzonte.


     


I Paradossi della Relatività e dell'Astronomia

La teoria della relatività offre lo spunto per affrontare e discutere un certo numero di paradossi che paiono essere contrari al comune modo di pensare.
Ma cosa sono i paradossi? In particolare, cosa si intende per paradosso nel campo della scienza? Nell'accezione corrente per paradosso si intende la descrizione di un evento che contraddice l'opinione comune o l'esperienza quotidiana, apparendo sorprendente e bizzarra.

La cometa di Neanderthal

La cometa C/2022 E3, più conosciuta come cometa di Neanderthal, è sfrecciata nel nostro cielo invernale e numerosi sono stati i tentativi di osservarla e fotografarla, non solo da parte degli appassionati di astronomia, ma anche di persone incuriosite dal passaggio di questo astro chiomato.