Campo Estivo Astronomico 2018

  • Scritto da
    Anche quest'anno, come ormai consuetudine da ormai oltre 40 anni, si è svolto il Campo Estivo Astronomico (CEA-2018) nell'altopiano ai piedi del Cugn di Goria, nel Comune di Elva (CN). Oltre una dozzina di partecipanti che hanno contribuito al successo dell'evento tenutosi da giovedì 9 a lunedì 12 agosto. Nel complesso il tempo, durante le quattro giornate dedicate all'esolorazione del cielo, è stato clememte consentendoci di osservare al telescopio, sia direttamente, sia con camere digitali per parecchie ore.
    In sintesi i tempi delle nostre osservazioni.
    - Giovedì 9: il cielo si è aperto solo a notte fonda, verso l'una, impedendoci di stazionare e allineare la strumentazione.
    - Venerdì 10: giornata, serata e nottata perfette; umidità assente, seeing ottimale, condizioni ideali per acquisire immagini.
    - Sabato 11: giornata buona, ma peggioramenti nel pomeriggio. Le schiarite arrivano solo dopo le 21, umidità elevata e persistente che impedisce in parte l'uso fotografico dei telescopi a fronte di un seeing molto buono.
    - Domenica 12: giornata inizialmente discreta che peggiora però dopo pranzo. Schiarite e cielo perfetto solo verso le 22:30. Un lieve venticello asciuga l'aria e rende il seeing molto buono. Tre ore di intensa attività al telescopio. Dopo le 01:30 le condizioni peggiorano e il cielo si vela di nubi.
    - Lunedi 13: condizioni meteo peggiorano inesorabilmente; si smonta il campo sotto la pioggia! Si parte per il rientro a Savona alle 10:30 circa.
    Volendo tirare le somme di questa ultima edizione del nostro Campo Estivo, al di là del piacevole tempo passato in compagnia di vecchi e nuovi soci, ritengo di poter affermare che i risultati ottenuti dal nostro lavoro di osservazione siano tra i migliori dell'ultimo quinquennio.

  • Home
  • Visualizza articoli per tag: Cometa Lovejoy

LA LUNA

  • 3 FEBBRAIO LUNA PIENA
  • 11 FEBBRAIO ULTIMO QUARTO
  • 18 FEBBRAIO LUNA NUOVA
  • 25 FEBBRAIO PRIMO QUARTO

I PIANETI

MERCURIO: visibile con difficoltà al mattino, raggiunge una buona elongazione di 27° il 26 ma l'eclittica molto adagiata sull'orizzonte non gli consente di alzarsi più di tanto dai bagliori dell'alba. Una sottile falce di Luna nei pressi il 16 potrebbe aiutare a individuarlo;
VENERE: esce decisamente dai bagliori del crepuscolo, ed è ormai prominente oggetto serale, visibile verso Ovest fino alle 20 circa. La magnitudine è -3.9 e il diametro apparente ancora poco superiore a 10".
MARTE: continua a tramontare sempre alla stessa ora, le 20.30 per noi, e si fa "rincorrere" dal Soel e soprattutot da Venere ,che lo supera negli ultimi giorni del mese. Di mag. +1.2, offre al teelscopi oun minuscolo disco di 4".
GIOVE: di sera, verso ENE, fa da contrappeso a Venere, quasi rivaleggiando in luminosità, poi si alza e resta visibile per tutta la notte, culminando verso la mezzanotte: è infatti in opposizione il 6 del mese, e in tale data raggiunge la luminositò di -2.6 e un diametro apparente di 45". Sempre da seguire i mutevoli fenomeni dell'atmosfera e la continua rincorsa dei satelliti e relative ombre, ben visibili in quanto ci troviamo prossimi al piano equatoriale del pianeta gigante.
SATURNO: si vede alle ore piccole a Sud-Est, tra Bilancia e Scorpione, ed è già interesante al telscopio con gli anelli quasi completamente aperti. La magnitudine ragginge a fine mese.

C/2014 Q2 LOVEJOY: ancora ben visibile con modesti strumenti. Leggi tutto l'articolo per saperne di più!

Pubblicato in Cielo del mese

LA LUNA

  • 4 GENNAIO  LUNA PIENA
  • 13 GENNAIO  ULTIMO QUARTO
  • 20 GENNAIO  LUNA NUOVA
  • 26 GENNAIO  PRIMO QUARTO

I PIANETI

MERCURIO: visibile nella prima metà del mese, basso dopo il tramonto, il 14 raggiunge la massima elongazione dal Sole. Si nota per tutto il periodo nello stesso campo binocolare di Venere ed è decisamente brillante (mag. da -0.8 a -0.6).
VENERE: esce poco a poco dai bagliori della sera, e a fine mese tramonta oltre due ore dopo il Sole anche se si mantiene basso sull'orizzonte. La magnitudine è -3.9.
MARTE: sempre astro serale, a causa del suo moto orbitale tramonta per tutto il mese esattamente alla stessa ora, le 20.30 per noi, e di conseguenza perde sempre terreno rispetto al Sole. Ormai indebolito, è di mag. +1.2.
GIOVE: appare ormai di sera, sotto i Gemelli, ed è spettacolare a notte inoltrata. Presenta un disco di 45" e una magnitudine -2.6 a fine mese, quando è prossimo all'opposizione.
SATURNO: si vede nelle ore prima dell'alba a Sud-Est, appena sopra le chele dello Scorpione.

COMETE
C/2014 Q2 LOVEJOY: diviene visibile alle nostre latitudini a partire dai primi giorni del 2015. Leggi tutto l'articolo per saperne di più!

Pubblicato in Cielo del mese