• Home
Vota questo articolo
(4 Voti)
Vota questo articolo
(3 Voti)
LA LUNA

*  6 MAGGIO LUNA NUOVA
* 13 MAGGIO PTIMO QUARTO
* 21 MAGGIO LUNA PIENA
* 29 MAGGIO ULTIMO QUARTO


I PIANETI

MERCURIO: sempre immerso nei bagliori, alla congiunzione inferiore del 9 transita davanti al Sole (vedi oltre);
VENERE: completamente invisibile per tutto maggio e giugno, si avvia verso la congiunzione superiore; 
MARTE: le opportunità di osservarne gli elusivi e mutevoli dettagli superficiali si concentrano in questo mese e nel prossimo. Raggiunge infatti l'opposizione il 22, è nello Scorpione e forma con Antares e Saturno un insolito trio di cui sarà di gran lunga il componente più luminoso: apre il mese di mag. -1.5 e finisce al massimo splendore, -2.0, attirando anche l'attenzione dell'uomo della strada e rimanendo visibile tutta la notte. Il 30, data della mimina distanza dalla Terra, il diametro apparente sarà di 18.6", il massimo da dieci anni a questa parte e poco superiore a quello di Saturno; GIOVE: in ottima posizione serale, nella coda del Leone, è di mag. -2.3 con un diametro apparente di quasi 41" a inizio mese e in "prima serata" si trova al meridiano. Il 14 forma una spettacolare coppia con una Luna poco oltre il primo quarto; SATURNO: nello Scorpione, vicino ad Antares e Marte, si vede quasi per tutta la notte e si avvicina all'opposizione. Presenta un disco di 18.4" e una magnitudine 0 a fine mese, con gli anelli quasi alla massima apertura, e conclude degnamente il trio di pianeti telescopici visibili in condizioni ottimali questo mese.
LA LUNA

*  7 APRILE LUNA NUOVA
* 13 APRILE PRIMO QUARTO
* 22 APRILE LUNA PIENA
* 29 APRILE ULTIMO QUARTO


I PIANETI

MERCURIO: si presenta nella sua migliore apparizione serale e tramonta dopo la fine del crepuscolo per due settimane centrate sul 18, data della massima elongazione di 20°, quando splende di mag. 0. 
La luminosità è in rapido calo durante il periodo in questione, da -1 a +1 circa, e negli ultimi giorni si può scorgerne la fase al telescopio.
La sera dell'8 si può scorgere a destra di una finissima falce lunare. La congiunzione inferiore del 9 maggio sarà centrale, consentendo cioè l'osservazione di un transito che sarà ottimamente visibile anche da noi; VENERE: attraversa uno dei rari periodi di sostanziale invisibilità, perso nei bagliori dell'alba; MARTE: cresce rapidamente di luminosità (da -0.5 a -1.4) e i mutevoli dettagli della sua superficie diventano finalmente visibili al telescopio, con un diamtro apparente che passa da 11.8" a 16" all'avvicinarsi dell'opposizione di fine maggio. Si trova nello Scorpione, poco sopra Antares, sorge alla mezzanotte a inizio mese ma già alle 22 alla fine; GIOVE: in ottima posizione serale, sotto la caratteristica figura del Leone, in prima serata è al meridiano e splende di mag. -2.4 con un diametro apparente che diminuisce durante il mese, da oltre 43" a poco più di 40"; SATURNO: tra Ofiuco e Scorpione, forma un notevole triangolo col brillante Marte e la sottostante Antares e si rende quindi visibile nelle stesse ore. E' di mag. +0.2 e presenta un diametro di 18", con gli anelli in spettacolare apertura.


LA LUNA
  • 1 MARZO  ULTIMO QUARTO 
  • 9 MARZO LUNA NUOVA
  • 14 MARZO PRIMO QUARTO
  • 23 MARZO LUNA PIENA
  • 31 MARZO ULTIMO QUARTO

Il 20 marzo il Sole sale sopra l'equatore celeste e inizia la primavera astronomica. Il 27 entra in vigore l'ora legale.

I PIANETI

MERCURIO: in posizione sfavorevole, immerso nei bagliori del mattino per tutto il mese, è in congiunzione superiore il 23;
VENERE: I prossimi saranno due mesi di quasi invisibilità, in vista della congiunzione superiore di aprile. Si può ancora scorgere, molto basso, nei bagliori dell'alba a inizio mese;
MARTE: comincia a diventare interessante nella seconda parte della notte, entrando nella costellazione dello Scorpione e formando un curioso trinagolo con la base da Marte a Saturno e il vertice in Antares. Aumenta di luminosità, da +0.3 a -0.5, e a fine mese offre un disco di quasi 12", già adatto alle prime osservazioni telescopiche;
GIOVE: all'opposizione l'8, è visibile tutta la notte e passa al meridiano intorno alla mezzanotte locale. Brilla a mag. -2.5 e presenta un disco di 44";
SATURNO: nello Scorpione, vicino ad Antares e quasi raggiunto da Marte, si vede bene alle ore piccole e passa da mag. +0.5 a +0.3. Il disco del pianeta sottende 17" e gli anelli ben 38", aperti in modo spettacolare alla nostra vista.

LA LUNA
  •  9 FEBBRAIO LUNA NUOVA
  • 15 FEBBRAIO PRIMO QUARTO
  • 22 FEBBRAIO LUNA PIENA
  •  1 MARZO  ULTIMO QUARTO

I PIANETI

MERCURIO: visibile nella prima settimana del mese, nei bagliori dell'alba, il 7 è alla massima elongazione di 25° e splende di mag. -0.1. Non è mai troppo distante da Venere.
VENERE: Di mag. -3.9, conclude ormai questa lunga apparizione mattutina: a inizio mese sorge ancora nella piena oscurità ma alla fine solo un'ora prima del Sole.
MARTE: raddoppia quasi di luminosità, passando da mag. +0.8 a +0.3, e percorre un tratto di cielo proprio a metà tra Spica e Antares. E' quindi ancora oggetto del mattino ma si avvicina ormai al periodo di miglior visibilità. A fine mese raggiunge 8.6" di diametro e si può cominciare ad apprezzare al telescopio.
GIOVE: si rende visibile verso Est in serata nel Leone, a pochi gradi da Denebola, e a fine mese sorge poco dopo il
tramonto. Presenta un disco di 44" e una magnitudine -2.5, il massimo possibile, a fine mese.
SATURNO: si vede nella seconda parte della notte a Sud-Sud-Est, poco a sinistra di Antares, ed è di mag. +0.5.
Sabato, 09 Gennaio 2016 00:00

Programma incontri

Riprrendono gli incontri e le serate osservative organizzate dal Gruppo Astrofili Savonesi: di seguito il programma invernale.


Sabato 14 gennaio 2017. Osservazione del Sole - con il rifrattore in banda H-alfa da 80mm acquisito con il contributo della Fondazione A.De Mari- Inizio ore 14:00

Venerdì 20 gennaio 2017Osservazione del cielo presso l'osservatorio cittadino OAS. Inizio ore 21:00

Venerdì 27 gennaio 2017Serata a tema -  Principi di astrofotografia (parte seconda) Relatore S. Zappatore. Inizio ore 21:00 

Sabato 4 febbraio 2017. Osservazione del Sole
 - con il rifrattore in banda H-alfa da 80mm acquisito con il contributo della Fondazione A.De Mari- Inizio ore 11:00

Venerdì 17 febbraio 2017. Osservazione del cielo presso l'osservatorio cittadino OAS. Inizio ore 21:00

Venerdì 24 febbraio 2017
Serata a tema - LE MISSIONI SU MARTE - Relatore R. Rosa. Inizio ore 21:00

Sabato 11 marzo 2017. Osservazione del Sole - con il rifrattore in banda H-alfa da 80mm acquisito con il contributo della Fondazione A.De Mari- Inizio ore 14:00

Venerdì 31 marzo 2017. Osservazione del cielo presso l'osservatorio cittadino OAS. Inizio ore 21:00


Se non diversamente indicato, le attività programmate hanno luogo presso il Campus Universitario, Via Magliotto 2, Savona, Palazzina Lagorio.

Gli incontri osservativi si avvarranno della strumentazione del'Osservatorio Astronomico Savonese (OAS), anch'esso sito presso il Campus Universitario di Savona, Via Magliotto 2.

Le osservazioni avranno luogo solo in caso bel tempo; in caso contrario verranno comunque organizzate attività sostitutive.

Altre eventuali aperture di OAS saranno decise sulla base di previsioni meteo affidabili: le relative date saranno comunicate sul sito WEB e sulla pagina Facebook e via e-mail ai soci e a tutti coloro che si sono registrati sul nostro sito.

Per ultieriori informazioni, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA LUNA
  •  2  GENNAIO ULTIMO QUARTO
  •  9 GENNAIO LUNA NUOVA
  • 16 GENNAIO PRIMO QUARTO
  • 23 GENNAIO LUNA PIENA
  • 31 GENNAIO ULTIMO QUARTO

I PIANETI

MERCURIO: visibile verso fine mese, basso nei bagliori dell'alba, si avvia verso la notevole elongazione dei primi del mese prossimo e a fine mese è di mag. 0;
VENERE: ancora brillante (mag. -4.0) sta per concludere la sua sfolgorante apparizione mattutina e non presenta interesse telescopico.
MARTE: di mag. +1.3 a inizio mese e 0.8 alla fine, è in veloce avvicinamento per l'opposizione di maggio. Si vede ancora in tarda serata e sorge dopo Spica.
GIOVE: appare in tarda serata nel Leone, a pochi gradi da Denebola, ed è spettacolare a notte inoltrata. Presenta un disco di 42" e una magnitudine -2.4 a fine mese.
SATURNO: si vede nelle ore prima dell'alba a Sud-Est, giusto a sinistra di Antares, ed è di mag. +0.5.

L'Osservatorio Astronomico Savonese sarà presentato e aperto al pubblico sabato prossimo 18 gennaio alle ore 17:00 presso il Campus Universitario di Savona.

 

alt

Il Gruppo Astrofili Savonesi realizza finalmente il proprio sogno di disporre di una postazione osservativa sociale aperta agli abitanti della Città di Savona e del comprensorio limitrofo, raggiungendo così l’obiettivo di far conoscere “dal vivo” il cielo stellato a quanti si vogliano immergere nel nostro Universo, apprezzandone la bellezza, la grandiosità e la perfezione.
L’Osservatorio è stato realizzato con l’importante contributo della fondazione A. De Mari e grazie alla generosità della ditta Divizia di Vado Ligure, che ringraziamo sentitamente.

Vi aspettiamo numerosi sabato prossimo.

La Via Lattea

La Via Lattea vista da Prato Nevoso (CN) sopra il monte Mondolè. Qui il cielo è ancora abbastanza buio nonostante i paesi vicini influiscano non poco, con le loro luci, sulla visibilità del cielo profondo. Singolo scatto non guidato da 30 sec con Canon 7D 28mm a f=3.5. Elaborazione con Photoshop per aumentare il contrasto del cielo.